internazionalismo

Trovati 296 elementi per questo argomento.

Una Città 253 / 2018
LE DONNE CURDE
Intervista a Ezel Ceylan Alcu
La lunga lotta del Kurdistan turco contro ogni tipo di nazionalismo, approdata a un’idea di democrazia, rappresentativa e diretta insieme, incentrata sull’assemblea e sul diritto permanente di revoca; la lotta delle donne curde contro l’islamizzazione e per l’uguaglianza nella lotta contro l’oppressore turco; l’odiosa ipocrisia dell’Europa che per fermare gli immigrati in Turchia ha accettato che questa si rivolgesse poi contro i curdi. Intervista a Ezel Ceylan Alcu.

Una Città 250 / 2018
IL VILLAGGIO YEMENITA
Intervista a Bonyan Gamal, Linde Bryk di Simone Belci
Durante il bombardamento del villaggio yemenita di Deir Al-Hajari da parte di aerei presumibilmente appartenenti alla coalizione militare guidata dall’Arabia Saudita, viene colpita una casa di contadini, sei civili muoiono e dopo l’attacco vengono ritrovati frammenti riconducibili alla filiale sarda del colosso dell’industria bellica Rheinmetall che è stato denunciata da organizzazioni internazionali in difesa dei diritti umani. Interviste a Bonyan Gamal e Linde Bryk.

Una Città 245 / 2017
LA SHARIA IN EUROPA?
Intervista a Meena Patel di Barbara Bertoncin
Le battaglie delle Southall Black Sisters, un’associazione di donne afro-caraibiche e asiatiche della periferia londinese, per i diritti delle donne e contro il razzismo; Kiranjit, Afia, Rukhsana, che cercarono di opporsi alla sciagurata pratica del matrimonio forzato e che furono lasciate sole; il rischio, gravissimo, che una sensibilità multiculturale si trasformi in “cecità morale”; com’è possibile che nel Regno Unito esistano dei “tribunali della sharia”? Intervista a Meena Patel.

Una Città 241 / 2017
UN'EUROPA DELLE CITTA'?
Intervista a Michel Huysseune di Barbara Bertoncin, Bettina Foa
Le aspirazioni indipendentiste di Catalogna e Scozia che vanno prese sul serio perché ormai coinvolgono buona parte delle popolazioni; il caso delle Fiandre; le ragioni culturali prevalenti su quelle economiche; il federalismo tedesco che funziona e il rischio di “copiare” modelli istituzionali di altri paesi; l’indifferenza di Bruxelles per un’Europa delle regioni e la delusione di tanti, che pure restano convinti europeisti; la grande vitalità delle città. Intervista a Michel Huysseune.

Una Città 240 / 2017
L’EUROPA, UNA ONG
Intervista a Salam Kawakibi di Bettina Foa
Un processo di “palestinizzazione” della Siria, che va avanti con l’appoggio dei russi e nella indifferenza occidentale: negoziati infiniti, tentativi di ridisegnare la composizione etnica dei territori, piani di divisione fra alawiti, sunniti e curdi; la debolezza di Obama e di un’Europa capace solo di “accogliere” chi va via, hanno favorito il gran ritorno sulla scena mediorientale e mondiale della Russia, ora saldamente presente in Siria. Intervista a Salam Kawakibi.

Una Città 237 / 2017
ISRAELE, VA BENE, HAI VINTO
Intervista a Jeff Halper di Barbara Bertoncin
All’indomani della cosiddetta legge furto, approvata dal parlamento israeliano, sembrano ormai venute meno le condizioni per una soluzione a due stati; il rischio di uno scenario in cui Israele si annette l’area C, si proclama lo stato palestinese a Gaza e il resto della Cisgiordania diventa un protettorato internazionale; l’unica alternativa: uno stato binazionale e democratico, dove i popoli di entrambe le nazioni si possano sentire a casa e al sicuro. Intervista a Jeff Halper.

Una Città 236 / 2017
DOPO CINQUANTA ANNI DI GUERRA
Intervista a Orlando Henao di Barbara Bertoncin, Bettina Foa
All’origine delle Farc, un gruppo di contadini che reclamava un pezzo di terra da lavorare, ma poi la deriva ideologica e violenta, il traffico della cocaina, i rapimenti, le uccisioni... Poi la caduta del Muro, i paesi “amici”, Cuba e Venezuela, che si tirano indietro, la stanchezza dopo tanti anni di guerra e i primi tentativi di negoziazione; cosa dice l’accordo e come reintegrare gli ex combattenti; l’importanza di ricostruire un catasto e di un’imposta fondiaria... Intervista a Orlando Henao.

LA TRAPPOLA DAESH
Intervista a Pierre-Jean Luizard di Barbara Bertoncin, Bettina Foa
La forza di Daesh origina anche dalla debolezza degli stati della regione, il cui deficit di legittimità viene da lontano e non è stato colmato neanche dalla conquista dell’indipendenza; la trappola in cui è stato tratto l’Occidente, che si è impegnato in una guerra senza avere alcuna soluzione politica da proprre; la condizione delle donne in una prigione a cielo aperto e la difficoltà di conoscere lo stato d’animo delle popolazioni nelle zone occupate... Intervista a Pierre-Jean Luizard.

Una Città 234 / 2016
UNA CAUSA PER ANDARE A MORIRE
Intervista a Jean Birnbaum
Una sinistra che per spiegare perché tanti giovani vanno a morire per l’Islam, cerca spiegazioni “sociali” per non risultare islamofobica; l’errore di non dar credito all’influenza della religione non accorgendosi così di restare dentro a un immaginario coloniale; la forza della speranza che oggi solo l’islamismo sembra saper offrire; la potenza dei simboli che da noi non ci sono più; la decisiva lotta fra l’Islam che interpreta e quello che legge e basta. Intervista a Jean Birnbaum.

Una Città 233 / 2016
IL CODICE DELL'UGUAGLIANZA
Intervista a Bochra Belhaj Hmida di Bettina Foa
Un codice della famiglia, quello tunisino, che proibisce la poligamia e afferma l’uguaglianza della donna, non più “complementare” all’uomo; i sorprendenti risultati della rivoluzione tunisina, che ha portato al pullulare di associazioni nella società civile; l’errore di considerare il velo un segno inequivocabile di islamizzazione; i rischi gravi che comporta la crisi economica, con il turismo al collasso per via degli attentati, e la corruzione, che resta diffusa. Intervista a Bochra Belhaj Hmida.