Tutte le interviste

Nome Cognome Dal Al
Argomento Dal Al
Ricerca Dal Al

Risultati della ricerca: 201

Una Città 145 / 2007
ODORI, RUMORI, BAMBINI, VALORI...
Intervista a Paola Meardi di Luciano Coluccia
Centottanta famiglie, di venti nazionalità diverse, che prendono casa in un quartiere difficile. L’idea di partire dalle “storie di vita”, per conoscersi meglio, ma anche per scoprire le proprie risorse. L’importanza di conoscere la “mappa” dei luoghi: dove si gioca, ma anche dove si prega. Al posto del regolamento condominiale, un “patto di convivenza” che parla di fiducia, tranquillità, conoscenza. Intervista a Paola Meardi.

Una Città 144 / 2007
L’IMPAZIENZA
Intervista a Laura Capantini di Barbara Bertoncin
La vicenda di Erba e il pericolo che l’odierno modello di vita improntato alla velocità e all’individualismo ci renda sempre più impazienti, intolleranti e incapaci di parlare. Un analfabetismo emotivo e relazionale tutto sbilanciato sull’agire, a scapito del pensare e del sentire, e che non riguarda più solo gli adolescenti. “Porta pazienza” dicevano le nostre nonne, che ci insegnavano il valore e l’arte della lentezza. Intervista a Laura Capantini.

Una Città 143 / 2006
ECONOMIE DOMESTICHE
Intervista a Asher Colombo di Paola Sabbatani
In una situazione in cui la popolazione invecchia e molte donne lavorano, cresce il lavoro domestico. Il mito che siano tutte straniere. Ritorna anche la figura della domestica che vive in casa coi datori di lavoro, ma è il lavoro più svantaggiato, che le stesse straniere abbandonano prima possibile. La grande mobilità sociale ascendente e discendente dell’immigrata badante. Intervista ad Asher Colombo.

Una Città 142 / 2006
MEMORIA E IDENTITA’
Intervista a Michel Wieviorka di Francesca Barca
Un nuovo antisemitismo che, pur avendo perso i connotati razzistici tradizionali, si definisce sempre per l’odio verso un particolare gruppo umano. L’identificazione degli ebrei con Israele e degli arabi e musulmani immigrati con la causa palestinese. Il rinnovamento del modello di cittadinanza repubblicano indotto dalla riscoperta dell’identità, e della memoria, da parte di minoranze. Intervista a Michel Wieviorka.

LE REGINE E I RE LATINI
Intervista a Daniele Cologna di Katia Alesiano
Genitori assenti o, una volta emigrati, troppo impositivi, un ambiente scolastico di fatto ostile... molti ragazzi ecuadoriani trovano una fonte di rispetto nella “banda” di amici, che a volte si federa con l’‘internazionale’ dei Latin King. Associazioni a metà strada fra l’impegno sociale e politico e le attività criminali; la possibilità di far nascere dal conflitto e dall’antagonismo una pratica di cittadinanza. Intervista a Daniele Cologna.

Una Città 141 / 2006
LA NOSTRA BARCA
Intervista a Modou Gueye di Pieralberto Valli
L’impegno per far sì che i giovani senegalesi, costretti a fuggire per il disastro dell’agricoltura e per la carenza d’acqua, possano scegliere di restare in Senegal. La diffidenza verso le Ong che fanno megaprogetti con i governi mentre nel piccolo villaggio basterebbe scavare un pozzo. Un impegno, in Italia, non già ad assistere ma a educare l’immigrato a comportarsi da cittadino. Intervista a Modou Gueye.

DALL’EDITTO DI NANTES...
Intervista a Rita Hermon-Belot di Francesca Barca
Il problema delicato e, per certi aspetti, ancora irrisolto, del rapporto fra lo Stato e i culti. Il periodo dei culti riconosciuti, in cui preti, pastori e rabbini erano salariati dallo Stato. La scelta poi di garantire la libertà di culto ma di non riconoscerne alcuno. Il problema dello svantaggio dell’Islam che lo Stato potrebbe colmare con un ruolo da “facilitatore”. Il nodo della rappresentanza. Intervista a Rita Hermon-Belot.

Una Città 140 / 2006
LA SOGLIA APERTA
Intervista a don Alessandro Santoro di Luciano Coluccia
Un quartiere di Firenze nato male, tra la Pistoiese e l’Arno, senza una piazza e dove i ragazzi dicono “andiamo a Firenze”. Un lavoro “senza parrocchia”. Il principio che siano gli stessi abitanti a gestire le cose. L’impegno contro la dispersione scolastica, le piccole attività artigiane, il microcredito basato sulle relazioni, il commercio equo-solidale. Intervista a don Alessandro Santoro.

DALLE PERIFERIE E DAI LICEI...
Intervista a Dominique Vidal
Una lotta, quella contro i precari contratti di primo impiego, che ha unito giovani di tutte le classi sociali; un senso di incertezza per il futuro che si diffonde anche nel ceto medio; l’emulazione della rivolta delle banlieues; una resistenza all’abbandono delle conquiste sociali che è molto forte. Intervista a Dominique Vidal.

BANLIEUES IN FIAMME
Intervista a Georges Bensoussan di Lanfranco Di Genio
Una cultura della violenza contro i bianchi è ormai un fatto nelle periferie francesi. Da quando il giovane ebreo non è più “sottomesso” è diventato un obiettivo. A mettere a ferro e a fuoco le città è stata una esigua minoranza; la situazione tragica delle ragazze. Intervista a Georges Bensoussan.