Una Città222 / 2015
Maggio


«Da un altro punto di vista, quello della sociabilità, il principio della dignità personale e della sua identità con la Giustizia, è ancora
la base e la dominante della morale contemporanea. "Il sentimento che mi domina -dice uno scrittore della stessa tendenza
di Cousin, Alexis de Tocqueville- quando mi trovo in presenza di una creatura umana, per umile che sia la sua condizione, è
quello dell’eguaglianza originaria della specie; e da quel momento forse mi preoccupo ancor meno di piacerle o di servirla,
che non di offendere la sua dignità”. Il rispetto della mia dignità personale è la misura di tutte le libertà pubbliche.
Guizot dice, nelle Memoirs de mon temps: "Non si elevano le anime senza affrancarle”. Il reciproco è vero»
Pierre-Joseph Proudhon , La giustizia nella rivoluzione e nella Chiesa, Utet, 1969


Editoriale del n. 222

5 minuti e 20 secondi
Storia di un’operaia Fiat
Intervista ad Alexandra Martino

Ma sarà dissuasivo?
Cosa cambia con il Jobs act
Intervento di Roberto Romei

Compatibilmente...
Sulla "Buona Scuola”
Intervista a Mario Maria Nanni

Persecuzioni e conquiste
Di Francesco Ciafaloni

Il nesso è il ritmo
L’orologio biologico
Intervista a Jacopo Aguzzi

Professionisti liberi
Il consumo critico contro il pizzo
Intervista a Enrico Colajanni

In contatto
Un laboratorio artistico a Napoli
Intervista a C. Peyron e G. Pagetta

Il filo
Un gruppo di magliaie a Matera
Intervista alle donne del "Filo Cafè”

I siriani non hanno fame
Una rivoluzione orfana
Intervista a Ziad Majed

Perché non vai?
Il Mozambico a quarant’anni dall’indipendenza
Intervista a Maria Salghetti

Appesi alle quasar
La misura della terra
Intervista a Giuseppe Bianco

Novecento poetico italiano/2
Di Alfonso Berardinelli

Come una pianta malconcia
Di Carmelo Musumeci

Lettera dalla Cina. La squadra di Hong Kong
Di Ilaria Maria Sala

Lettera dall’Inghilterra. Tanto, tanto tempo fa
Di Belona Greenwood

Lettera dal Marocco. Un paese in bilico
Di Emanuele Maspoli

Appunti di un mese

Un’arca di Noè per i piccoli
A vent’anni dalla morte, due scritti
di Alexander Langer

Cultura professionale ed emancipazione
Reprint da Almanacco libertario 1934
di Camillo Berneri

Lavoro manuale e intellettuale
Reprint da "Uma­ni­tà No­va" 10 ago­sto 1922
di Er­ri­co Ma­la­te­sta
 
La visita
è alla tomba di Alan Turing