Tutte le interviste

Nome Cognome Dal Al
Argomento Dal Al
Ricerca Dal Al

Risultati della ricerca: 201

Una Città 98 / 2001
IL FIGLIO FRANCESE
Intervista a Farhad Khosrokhavar di Barbara Bertoncin, Vicky Franzinetti
La crisi dell’universalismo di fronte alle pressioni di particolarismi che chiedono un riconoscimento pubblico. La necessità di una flessibilità che porti alla progressiva integrazione di spinte neocomunitarie che nascono, spesso, da motivazioni individuali. La forza della nostra società, che offre opportunità, e di uno Stato forte nel garantire la validità per tutti delle stesse leggi. Intervista a Farhad Khosrokhavar.

Una Città 97 / 2001
ABBIAMO MANGIATO ASSIEME UN PANE MOLTO DURO...
Intervista a Rafael e Alida di Viviana e Eugenia, Coopi
Intervista a Rafael e Alina, ragazzi rumeni

L’ARCHITETTO E LA BOCCIOFILA
Intervista a Eleonora Artesio di Gianni Saporetti
Il degrado urbanistico di un quartiere di periferia si accompagna sempre al degrado sociale; veri e propri ghetti senza speranza. Superare innanzitutto la diffidenza, lo scetticismo, la paura soprattutto degli anziani. Un approccio multidisciplinare e la responsabilizzazione di tutti i volontari, gruppi, associazioni presenti. Dalle periferie di Torino un esempio di democrazia più partecipativa. Intervista a Eleonora Artesio.

Una Città 96 / 2001
I VINCENTI E I PERDENTI
Intervista a Roberto Biorcio di Barbara Bertoncin
Il capolavoro politico della Lega fu di legare all’identità regionalista, per altro debole e minoritaria in Italia, e tale rimasta, temi molto sentiti, e trascurati dalla politica, come l’insofferenza verso i partiti, la protesta fiscale, la paura dell’immigrato e l’insicurezza del cittadino. Quando questo insieme inizia a slegarsi, in primo luogo per l’entrata in Europa, la Lega va in crisi. I più fedeli non l’hanno votata. Intervista a Roberto Biorcio.

E IL GIORNO DOPO DAL TRANS...
Intervista a Alessandro Dal Lago, Emilio Quadrelli di Monica Marino
Le due facce dell’illegalità, una visibile e povera, l’altra invisibile e ricca. Il mercato fiorente del gioco, grazie alle macchinette, e quello, in grave crisi, dell’eroina. Un nuovo tipo di sessualità composita, del “fare e lasciarsi fare”, che si fissa sul transessuale e sulla donna nera. Un italiano su tre è cliente. La differenza fra albanesi schiavizzate dai maschi e nigeriane, coalizzate fra loro. Intervista a Alessandro Dal Lago e Emilio Quadrelli.

Una Città 95 / 2001
SEDUTO FUORI AD ASPETTARE L’AMICO CHE FA STRAORDINARIO...
Intervista a Giuseppe Silvestrini di Barbara Bertoncin
L’esperienza di una piccola azienda veneta mondializzata che agli operai immigrati organizza corsi di italiano, trova l’alloggio, fa in modo che possano far visita a casa. Intervista a Giuseppe Silvestrini.

L’OCCASIONE PERSA
Intervista a Benny Morris di Francesco Papafava
Un tragico errore di Arafat quello di non accettare la proposta di Barak. L’irrisolvibile questione del diritto al ritorno dei profughi del ‘48. La decisione di stabilire unilateralmente i confini da parte di Israele condizionata dagli insediamenti. Il rischio sempre più forte di una guerra con i paesi arabi. Intervista a Benny Morris.

HANNO TAGLIATO, SRADICATO GLI ULIVI...
Intervista a Joseph Algazy di Francesco Papafava
L’impostura di Barak, aver proposto una caricatura di stato, diviso in tre spezzoni e con un aeroporto dipendente da Israele, e aver messo Arafat nell’imbarazzo di dover parlare dei luoghi santi, per i quali l’internazionalizzazione è l’unica soluzione. Riguardo al ritorno dei profughi va distinto il principio dalla sua applicazione. L’odio tremendo che si è seminato fra i palestinesi in questi anni. Intervista a Joseph Algazy.

IL RITORNO IMPOSSIBILE...
Intervista a Ephrain Kleiman di Francesco Papafava
La responsabilità dei paesi arabi nel tenere aperta la piaga terribile dei campi profughi per 50 anni. Un ritorno in case che non ci sono più che comporterebbe la fine di Israele come Stato ebraico. Il grave errore di aver reagito con mezzi militari ai lanci di sassi. Intervista a Ephraim Kleiman.

CONTINUERANNO A UCCIDERCI CONTINUEREMO A UCCIDERLI...
Intervista a Avraham Laor, Rona Jona, Roy Sagir, Ron Sick Sick, Yanai Spitzer di Francesco Papafava
Lo sforzo fatto dagli israeliani negli ultimi dieci anni per riconoscere i diritti dei palestinesi. Ci sarà pure un’altra soluzione al ritorno dei profughi. I giovani che non vanno più neanche in città vecchia. Il ricordo di ciò che successe nella seconda guerra mondiale che si allontana. Il rischio che ci sia chi decide di andarsene. L’impossibilità di portare una guerra ai palestinesi. Intervista a Yanai, Ron, Rona, Roy, Avraham.