Tutte le interviste

Nome Cognome Dal Al
Argomento Dal Al
Ricerca Dal Al

Risultati della ricerca: 406

Una Città 267 / 2020
IN UN PICCOLO COMUNE
Intervista a Giancarlo Dardi di Barbara Bertoncin
Cosa significa oggi amministrare un piccolo comune di una vallata, dove si vive bene, ancora ci si conosce tutti, l’ambiente è molto bello e però, a fronte di una popolazione sempre più anziana, calano i servizi, chiudono i negozi e le banche, i giovani vanno via; l’amarezza per le tante cose che si potrebbero fare per ripopolare un territorio, quello dell'Appennino, retroterra fondamentale della straordinaria via Emilia. Intervista a Giancarlo (Jader) Dardi.

Una Città 264 / 2020
A ME E' CAPITATO QUESTO
Intervista a Romina Scaloni di Paolo Via
L’incontro con un uomo di cui ci si innamora e con cui per un breve periodo si crede di vivere i mesi più belli della propria vita, ma tra le dolci parole e i gesti teneri c’è anche il virus dell’Hiv; la legge della privacy che in casi come questo non è giusta. Intervista a Romina Scaloni.

Una Città 263 / 2020
QUEL COMIZIO AL VIGORELLI
Intervista a Bruno Manghi di Gianni Saporetti
Durante la grande industrializzazione, negli anni Sessanta, quando si forma una generazione di giovani e combattivi sindacalisti, che pensano che il sindacato debba stare in fabbrica, che la contrattazione aziendale sia decisiva, che i sindacalisti non debbano fare i deputati, che l’unità sindacale sia necessaria, Pierre Carniti è uno dei loro leader; quello spirito missionario che si accompagnava al rispetto del sapere e della sua autonomia. Intervista a Bruno Manghi.

Una Città 262 / 2019
TRE DONNE
Intervista a Maria Minuca di Paola Sabbatani
La madre rimasta sola a lavorare in campagna dopo un matrimonio combinato, il lavoro in una fabbrica del cuoio che rende invalidi, una figlia che è stata ed è la sua ragione di vita, e la decisione di venire in Italia per fare la badante e un’altra vita. Intervista a Maria Minuca.

Una Città 260 / 2019
L'ETERNO E IL LINGUAGGIO DEI TEMPI
Intervista a Giovanni Tassani di Gianni Saporetti
La storia straordinaria di Gianni Baget Bozzo, intellettuale cattolico fattosi prete in età matura, che riuscì a tenere insieme teologia, mistica e passione politica, a passare dall’avversione al centrosinistra alla convinzione della necessità di un compromesso storico, fino alla militanza socialista; la Vergine di Guadalupe e il gran giorno in cui tornò a dir messa; la notte della depressione e il discorso di Onna di Berlusconi. Intervista a Giovanni Tassani.

Una Città 251 / 2018
Usare il dolore
Intervista a Ulla Barzaghi di Gianni Saporetti
Intervista a Ulla Barzaghi

Una Città 250 / 2018
IL NOSTRO ORTO
Intervista a Serena Antonelli, Margherita Pagliani di Paola Sabbatani
Due giovani laureate che già prima di finire gli studi avevano girato il mondo, dall’Inghilterra al Sudamerica e che, deluse dalla cooperazione internazionale e affascinate dalle culture contadine conosciute in sudamerica, sono andate a vivere in Appennino, dove sperimentano un ritorno a un’agricoltura riconciliata con la terra, in comunità ma con spazi di libertà per ognuno e con buoni rapporti con un vicinato ormai solo anziano. Intervista a Serena Antonelli e Margherita Pagliani.

Una Città 249 / 2018
I NA PASSA, PASSERA'...
Intervista a Lucia Soldà di Andrea Pase
Un anno con i Corpi civili di pace in un villaggio della Guinea Bissau, dove l’aspettativa di vita è di 55 anni, l’acqua e l’elettricità arrivano a giorni alterni, l’economia si fonda sull’anacardo, facendo la vita dei locali e partecipando ai progetti di una Ong impegnata ad accompagnare i giovani che vogliono crearsi un futuro rimanendo nel loro paese; i dubbi sul senso di una cooperazione dove non sempre torna la proporzione tra costi e risultati di tanto impegno. Intervista a Lucia Soldà.

Una Città 246 / 2018
ME ENCANTA EL CIEL
Intervista a Rossana Guffanti, Stefano Granelli di Fausto Fabbri, Gianni Saporetti
La storia di Amedeo, un giovane di 22 anni, che alla Cattolica di Milano si era distinto per il modo di vestire, per i pantaloni larghi, l’eterno zainetto, e poi la sua passione per la musica e il rap e gli interessi più vari; i tanti amici e poi, alla prima occasione, la voglia di mettersi alla prova e l’incontro entusiasmante coi bambini di uno sperduto paesino colombiano; “Sono al settimo cielo” aveva detto ai genitori alla vigilia del ritorno... Intervista a Rossana Guffanti e Stefano Granelli.

Una Città 243 / 2017
UNA LINGUA PER GENITORE
Intervista a Cafer Ylmaz, Silvia Rosselli di Dario Becci, Lisa Massetti
L’arrivo in Germania in fuga dalla Turchia, dove la situazione per i curdi si fa difficile, l’aiuto dei parenti arrivati prima, anche per trovare lavoro, gli episodi di discriminazione, ma anche l’incontro con persone buone; la formazione di una famiglia “mista”, curdo-italiana, l’arrivo dei figli e la non facile decisione di quale lingua parlare in casa; la risorsa delle nuove generazioni, che fanno da ponte, e l’importanza di sentirsi a casa. Intervista a Cafer Yilmaz e Silvia Rosselli.