L'ultimo numero

Mensile di interviste e foto

I Libri di Una Città
Il funerale negato Opuscoli
Bruno Segre

Il funerale negato

ovvero l'ombra lunga dei Patti Lateranensi

Ed. Una città, 2020
48 pagine


5,00

Un'intervista a Bruno Segre

La metà che manca

(foto: Ministero della Cultura Argentina - Flickr)

Il populismo, categoria molto problematica, vede tra i suoi tratti distintivi l’appello al “vero” popolo e il binomio amico/nemico, ma anche una sorta di “debolezza” intrinseca che lo costringe a parassitare altre ideologie, in primis quella nazionalista; il suo potenziale anti-democratico e i casi di Ungheria, Russia e Turchia; l’idea, insidiosa, che il populismo di destra si possa sconfiggere solo con il populismo di sinistra.
Intervista ad Andrew Arato.

Leggi di più

- - -

Il Coronavirus, da come ce lo descrivono e dai suoi comportamenti, possiamo immaginarlo come un giovane pieno di energia, di voglia di vivere, di crescere, di viaggiare in tutto il mondo. Purtroppo per lui, si scontra con le nostre esigenze di sopravvivenza e verrà, prima o poi, domato dai potenti mezzi della scienza umana. Ma, essendo un giovane generoso, non si limita a liberarci dai vecchi, già ammalati come tanti telegiornali ci annunciano quasi con un sospiro di sollievo, (la peste è anche una scopa, diceva Don Abbondio), ma cerca di donarci degli utili ammaestramenti, dei quali dovremmo cercare di fare tesoro. Su alcuni di essi possiamo, in tutta umiltà, tentare qualche prima riflessione, con particolare riferimento alle problematiche delle organizzazioni.
Intervista a Marco Vitale.

Leggi di più

- - -

Albert Camus che riesce a essere letto anche dalla gente semplice in tutte le parti del mondo, ma il cui pensiero continua a essere malvisto dall’accademia e dalla politica; la possibilità per ognuno di fare, di essere libero, ma nella propria misura; un pensiero antitotalitario che costrinse Camus a una solitudine dolorosa; la grande figura della madre, lo zio sordomuto, l’Algeria amatissima e la malattia che lo colpì da ragazzo.
Intervista a Catherine Camus.

Leggi di più

Quanta flessibilità, quanta sicurezza

L’occupazione è tornata quella del 2008, come numero di lavoratori, ma non per numero di ore, a causa dell’aumento del part-time; il problema del pil che non cresce e della popolazione lavorativa che cala; la flexicurity, che non ha alternative, ma sulla quale bisogna discutere per trovare i giusti compromessi tra flessibilità e sicurezza sociale; ha senso parlare di tutele per il lavoro autonomo? Le difficoltà, a volte, anche a fallire.
Intervista a Bruno Anastasia.

Leggi di più

- - -

"Sei triste, papà?" "Sono solo"

- - -

- - -

il '68

il Sessantotto statunitense
 

CONTROCULTURA E DEMOCRAZIA

intervista a Pietro Adamo

LA FELICITA' PUBBLICA

Intervista a Eugenia Lamedica

il Sessantotto dell'Europa centrale
 

A TUTTO IL MONDO LIBERO

intervista a Guido Crainz

il Sessantotto italiano
 

META' DEL TEMPO A DISCUTERE

intervista a Guido Viale

IL ’68 E’ MORTO, VIVA IL ’68

Intervento di Marco Boato

IL '68 LUNGO LA VIA EMILIA

Intervista video a Gianni Saporetti realizzata da Maria Irene Venturi per l'Istituto Parri Emilia-Romagna

Dal Nostro Blog
Anna Maria Capri e Alba Donati – di Alfonso Berardinelli
28-03-2020
Dunque alla fine del Novecento, dagli anni Novanta in poi, nella poesia italiana si verifica un fenomeno nuovo: compaiono dei personaggi. Non me ne...
Leggi di più
Nicola Chiaromonte e il limite
23-02-2020
La scrittrice Mary McCarthy, a proposito di Nicola Chiaromonte, racconta:“Questo del limite era un concetto molto importante nel pensiero di Nicola....
Leggi di più
Il personaggio in poesia – di Alfonso Berardinelli
20-02-2020
Da Una città n. 263, febbraio 2020 Novecento poetico italiano di Alfonso BerardinelliFin dal suo esordio nel 1974 con Le mie poesie non cambieranno...
Leggi di più
La mia Gran Bretagna…
19-02-2020
Una Città n° 263 / 2020 febbraio Cari amici, ecco, è fatta. Il 31 gennaio è stato una giorno difficile, grigio e senza conforto per quelli di noi...
Leggi di più
Quel “ma”
30-01-2020
Forse l’equivoco di quel “ma” è stato nefasto. Premesso che “ma” è una parola fondamentale della vita umana e della sua complessità,...
Leggi di più
di Tony Judt – 2017
28-01-2020
Al centro della retorica utilizzata dalla sinistra ufficiale stava una concezione binaria della fedeltà politica: noi siamo ciò che loro non sono....
Leggi di più
Vizi privati(stici) e pubbliche virtù – di Massimo Tirelli
24-01-2020
Ormai il pubblico impiego (che si tratti di scuola e università, sanità, enti locali o altro) sta vivendo un periodo, per quanto riguarda i rapporti...
Leggi di più
Una rivolta dal futuro – lettera dal Cile di Patrizio Tonelli
23-01-2020
Pubblicato su Una città n. 262, dicembre 2019 – gennaio 2020 Tutto cominciò il 18 ottobre, quando le “evasioni” della metropolitana...
Leggi di più
Il due per mille
23-01-2020
Fa male al cuore sentire raccontare che i dati del due per mille registrati alle Cgil “sono inquietanti”. Fa male sentire un amico raccontare che...
Leggi di più
Ultimi e penultimi
22-01-2020
Degli amici di Santa Sofia, un paese dell’Appennino romagnolo dove una grande “industria del pollo” dà lavoro soprattutto a immigrati,...
Leggi di più

Intervista video a Michael Walzer sul futuro della socialdemocrazia

A margine di 900fest 2019, Michael Walzer, relatore al festival,
ci ha concesso un'intervista sul tema del festival: la socialdemocrazia è morta?

Intervista di Barbara Bertoncin - Traduzione e sottotitoli a cura di Elisa Meucci